Archive for dicembre 2009

midiadesigners.com.br

dicembre 8, 2009

Ho appena aggiornato lo stato su FB: da giorni è partito il countdown e siamo a -13. Tra tredici giorni sarò di nuovo in Italia. Il desiderio di riabbracciare il Tato e le  persone care che mi aspettano è fortissimo. Certamente esso è nuovo, come lo è il ricordo che corre ai miei luoghi italiani, i luoghi della vita di sempre, che in questi sei mesi si è trasformato in uno sguardo; uno sguardo guarda mentre un ricordo ricorda. Si è svegliata in me una piccola forza disposta ad essere ancora curiosa e fresca rispetto ad una vita che, stavolta, non butto ma ricomincio.

Mentre qui in Brasile lo sguardo si fa già ricordo ed allora ecco una sintetica retrospettiva di quello che succedeva in studio, molto più frequentemente di quanto possiate pensare…

babilonia

Se pensavate di andare a casa presto la sera (che ne so, per fare la lavatrice, ad esempio) e sulla lavagna trovate scritto “Babilonia”: no way, o la lavatrice l’avete preimpostata o il bucato dovrà aspettare. Due giorni almeno.

serial killer

Nonostante i numerosi omicidi seriali, il colpevole non è ancora stato individuato. Ogni volta che un impiegato risulta vittima delle manie omicide dello sconosciuto, l’indomani è rimpiazzato dall’ennesimo creativo svalvolato. Ecco che i sospetti si concentrano sulla dirigenza.

mousse al cioccolato

Dulcis in fundo: la mousse di cioccolato che qualche folletto notturno mi fa trovare accanto al mouse ogni mattina. Qui la chiamano Coco (cocò). Très chic.


Annunci

Os gemeos, Christian Lacroix, Marcel Gautherot, multimedia e scultura. Grandi offerte!

dicembre 4, 2009

Domenica impegnativa la scorsa. Tempo fa l’avrei definita piena ed interessante; ora che l’entusiasmo é un po’ calato e la nostalgia di casa (non delle mie quattro mura che, anzi, cercheró di evitare come la peste) si é accomodata pesantemente sulle mie palpebre, a trascinarmi in giro per la cittá é il senso del dovere del turista, basato sull’assunto fondamentale che non é detto che la vita ti riporti qui una seconda volta. Inizio con un giro in Higienopolis, per l’esposizione Vertigem dei Gemeos. Due fratelli graffitari che hanno sposato la medesima poetica e realizzano opere impressionanti. Colore dominante il giallo, repertorio visivo di riferimento il nordest brasiliano in dimensione onirica e tanto manierismo: textures accuratissime, applicazioni minuziose…Nello stesso museo é ospitata anche una retrospettiva sul lavoro dello stilista Christian Lacroix: schizzi e figurini voluttuosi e teatrali.

Poi scopro, nella via parallela, la mostra fotografica del fotografo francese (brasiliano d’adozione) Marcel Gautherot che ritrae l’Amazzonia, dapprima con un occidentalissimo occhio simmetrico e, alla fine, con intimi e chiaroscurati ritratti. Tra i gemelli e il fotografo un’insalata di frutta ed un succo.

Mi allontano dalla zona NordOvest della cittá per scendere piú a Sud, nella ricchissima zona di Jardim Paulista. Lí, tra una concessionaria Lamborghini ed una Porche, si trovano, vicinissimi, il Mis (Museu da Imagem e do Som) e il Museu Brasileiro da Escultura. Del primo noto un’ottima immagine istituzionale e una permanente interessantissima: video che dialogano ed installazioni buie con fibre ottiche e profumi a orientarmi. Nel secondo un po’ piú di tradizione, comunque tanto moderna quanto direttamente imparentata con le linee morbide e sintetiche della scultura africana.

Poi mi dirigo verso casa, sbagliando autobus e scendendo nel non plus Sud della cittá.

os gemeos

Marcel Gautherot